Gli orologi e i gioielli di Bedetti: una storia di passione e alta precisione

Secondo appuntamento con i negozi storici di Roma. L'orologeria e gioielleria Bedetti, a piazza San Silvestro. Intervista a Marcello Bedetti.

Nella splendida cornice di Piazza San Silvestro, a due passi da Montecitorio e da Fontana di Trevi, accanto all'affollatissima via del Corso, si stagliano le quattro splendide vetrine di Bedetti, storico negozio di Roma, in cui ammirare le più belle creazioni nel campo dell'alta orologeria e della gioielleria. 

Bedetti – l'interno del negozio
La storia del negozio ha inizio, quindi, nel cuore della Città Eterna nel 1882 con Antonio Bedetti, e da allora la passione per le tecniche orologiaie e per l'arte orafa viene tramandata di padre in figlio, sino ad oggi. E così, sul finire del XIX secolo, Antonio, che fu anche un talentuoso direttore d’orchestra all'Accademia di Santa Cecilia, dava inizio alla sua attività imprenditoriale distribuendo i segnatempo delle manifatture svizzere mentre girava l’Italia con la sua carrozza. Ed è coltivando la sua passione orologiera che nei primi anni del '900 ha aperto il primo negozio a via Tor de' Specchi (oggi via del Teatro Marcello) assieme al suo socio il Cavalier Bandiera.

Oltre alla storica collaborazione con Rolex, Bedetti vanta prestigiose concessioni, tra cui quella con la International Watch Company o IWC, alla quale si sono aggiunte, in tempi più recenti, le marche Bulgari, Hublot, Longines,  TAG Heuer, Tudor, Breitling e Baume et Mercier. Senza dimenticare l’esclusiva linea di orologi “Bernini Roma”a firma Bedetti, di cui fa parte un modello in oro giallo che monta un movimento scheletrato di altissima manifattura svizzera.

Il laboratorio
Il cuore pulsante dell'attività è ancora oggi il laboratorio del negozio, in cui collezionisti e appassionati possono contare per i loro orologi su una completa e qualificatissima assistenza tecnica, con revisioni periodiche, riparazioni, controlli dell'impermeabilità e così via. 

Così come il laboratorio orafo è da oltre quarant'anni un punto di riferimento nel campo dei Diamanti e delle altre pietre preziose, accuratamente selezionate e poi trasformate, grazie alla creatività dei designer e all'abilità degli artigiani del proprio laboratorio orafo, in esclusivi gioielli.

Da sempre punto di incontro tra storia e cultura, Bedetti organizza periodicamente eventi finalizzati all'approfondimento delle tematiche legate al mondo dell'orologeria e della gioielleria, con la convinzione che la conoscenza sia la strada migliore nella scelta e nell'apprezzamento di un oggetto prezioso.

Oggi al timone dell'azienda ci sono Marcello e Stefano Bedetti, figli di Massimo Bedetti, uno dei maggiori esperti internazionali nel campo della gemmologia e socio fondatore dell’Istituto Gemmologico Italiano.

Massimo Bedetti, al centro, con i due figli, Marcello (a sinistra) e Stefano (a destra)

Ed è proprio Marcello che abbiamo il piacere di ospitare sulla nostra Webzine.

Caro Marcello, benvenuto e grazie di aver accettato il nostro invito. Anzitutto ti vorremmo chiedere come è nata la tua passione per l'orologeria e l’alta gioielleria: le hai sempre avute nel sangue o è un interesse che è cresciuto nel tempo respirando l'aria tutt'intorno? E come hai approfondito le tue conoscenze, qual è stato il tuo percorso di studi?

Posso dire che il mondo dell’orologeria e della gioielleria sono nel dna della famiglia da 4 generazioni, ed in particolare fin da bambino ne sono stato molto affascinato. La prima volta che mio padre mi portò alla fiera di Basilea avevo 8 anni e sono rimasto colpito da tutto quello che ho visto. Allo stesso modo quando da bambino venivo al negozio ero stregato dal laboratorio di orologeria tant’è che ne costruii uno in miniatura dentro la scatola di un Rolex. Più tardi nel corso della mia vita ho approfondito le mie conoscenze: concluso il percorso universitario di Economia alla Luiss ho studiato orologeria in Svizzera presso la Wostep a Neuchâtel ed in seguito ho studiato gemmologia presso la G.I.A. di New York.

La storia del negozio Bedetti si intreccia con la storia di Roma ed ha un legame importante con il mondo delle arti; come non ricordare, ad esempio, quando, nel 1959, vi fu girata una scena del film Il Mattatore di Dino Risi, con Vittorio Gassman e Peppino De Filippo. Il vostro negozio è anche sala espositiva e spesso organizzate eventi legati a promuovere e approfondire il vostro mondo. Qual è il vostro obiettivo? Non crediamo sia solo mera promozione, ma anche una vera e propria vocazione alla diffusione e alla condivisione della vostra "cultura", giusto?

Assolutamente! Periodicamente organizziamo degli eventi focalizzati a diffondere la cultura intorno al nostro mondo. Abbiamo organizzato per esempio una mostra-evento sul mondo del diamante alle Scuderie del Quirinale, abbiamo esposto orologi d’epoca ripercorrendo la storia di determinati modelli di “culto”, oppure abbiamo abbinato al nostro mondo quello delle auto o delle moto di lusso creando occasioni d’incontro culturale ma soprattutto emozionale.

Bedetti ha aperto nel 1882: 136 anni di storia! Quanto è importante per voi la tradizione e in che modo vi affacciate al futuro? La modernità, che oramai viaggia velocissima sul filo di internet e dell'hitech, pone delle sfide complesse a tutte le attività, in special modo a realtà con una storia così importante: come affrontate queste sfide? Salvaguardando i valori o trasformandoli?

È fondamentale per noi rimanere fedeli alle nostre tradizioni e nel contempo essere all’avanguardia per quanto riguarda la presenza e l’uso della comunicazione attuale. Per esempio siamo molto attivi sui social, con il nostro sito e con diversi altri strumenti per esprimere con frequenza costante tutti i contenuti del nostro mondo e rispondere istantaneamente alle richieste della nostra clientela. Quest’anno lanceremo anche una piattaforma e-Commerce.

Come accennavamo sopra, all'interno di Bedetti c'è un laboratorio dedicato a collezionisti e appassionati. Da sempre il customer care è stato un elemento centrale del vostro negozio. Ma chi sono i vostri clienti, a chi vi rivolgete? E come è nata l'idea del "secondo polso"?

Il servizio post vendita è particolarmente curato, un po’ il nostro fiore all’occhiello. I nostri clienti sono gli appassionati che posseggono orologi di pregio e desiderano mantenerli in salute o che hanno qualsiasi esigenza di restauro o di cambiamento. Il "secondo polso" è nato proprio in seguito alle richieste della nostra clientela, la quale si fida del nostro laboratorio e ci ha richiesto un “secondo polso” di qualità, da noi certificato e garantito. Così 3 anni fa siamo partiti offrendo il servizio di acquisto o permuta con grande successo e reciproca soddisfazione, tanto che stiamo studiando varie strategie per espanderci in questo settore.

Grazie di essere stato nostro ospite.

Grazie a voi per averci ospitato.

 

(photo credits: bedetti.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *